Windows 10 build 16179 e mobile 15205 disponibili per beta tester: come provare e novità

di Gio Tuzzi Commenta

Windows 10 build 16179 e mobile 15205 disponibili per beta tester, al punto che ora sappiamo effettivamente come provare quali sono le novità. Ecco i dettagli

Dovrete solo attendere la notifica nel caso in cui abbiate deciso di partecipare al programma beta di Microsoft, visto che in queste ore abbiamo in distribuzione Windows 10 build 16179 e mobile 15205.

A seguire, in ogni caso, possiamo condividere anche con coloro che non fanno parte del programma beta il changelog ufficiale del nuovo aggiornamento:

  • Bug fix e miglioramenti – PC

    • Corretto il bug check all’avvio delle app convertite al Windows Store tramite Project Centennial.
    • Corretto il crash di Edge dopo aver installato la lingua hindi.
    • Corretto il problema di stabilità delle icone del desktop quando l’arrangiamento automatico veniva disabilitato.
    • Corretti i problemi di rendering in certe configurazioni multi-monitor (chipset come Surface e device simili) emersi nelle build recenti.
    • Corretto il problema di visibilità continua dell’icona della localizzazione nella taskbar se la prima volta che si apriva il Centro notifiche l’icona relativa alla Luce notturna era visibile.
  • Problemi noti – PC

    • Alcuni Insider segnalano messaggi di aggiornamenti annullati in windows Update; la situazione è in fase di investigazione. Maggiori dettagli QUI.
    • Facendo doppio clic sull’icona di Windows Defender nell’area delle notifiche non apre Windows Defender. Bisogna cliccare con il tasto destro e scegliere Apri.
    • Su Surface 3 l’update a nuove build non andrà a buon fine se ci sono schede SD inserite. I driver aggiornati che risolvono questo problema non sono ancora stati inviati a Windows Update.
    • La pressione del pulsante F12 in Edge quando gli strumenti di sviluppo sono già aperti potrebbe non riportare il focus sulla scheda in cui gli strumenti sono aperti, e viceversa.
    • Crash e riavvio dell’app quando si cliccano sulle app recenti di Windows Ink Workspace.
    • Problemi di affidabilità degli IME in lingua cinese: potrebbe non comparire in certe app.
    • L’apertura della pagina di Windows Update in Impostazioni potrebbe generare un crash dell’app. Dovrebbe essere sufficiente riaprirla.
    • In molte applicazioni desktop (Win32) il pulsante di salvataggio sembra non funzionare. Il problema è in fase di investigazione.
  • Bug fix e miglioramenti – Mobile

    • Corretto il problema per cui alcune varianti di Alcatel IDOL 4S non rilevavano la precedente build 15024.
    • Corretto il crash di Continuum alla chiusura del case di HP Elite X3.
    • Corretto il problema di inaffidabilità di Continuum su Lumia 950 dopo la disconnessione.
    • Corretti i problemi di stabilità di Edge se si apre una pagina nuova con schermo spento e compilatore JIT sospeso.
    • Corretto il problema di possibile schermo spento dopo la disconnessione da dock Continuum dopo il timeout regolare.
    • Corretto il problema con la procedura di backup e ripristino che affliggeva utenti con una connessione di rete instabile e lenta.
    • Corretto un problema di affidabilità di Edge.
  • Problemi noti – Mobile

    • Una piccola percentuale di dispositivi riporta perdita di alcuni SMS eseguendo la procedura di backup e ripristino.

    • Per gli Insider che hanno aggiornato da una precedente build 150XX, la sezione di aggiunta di un dispositivo Bluetooth nelle Impostazioni e l’app Connetti potrebbero non aprirsi.

    • La data del copyright nelle Impostazioni è sbagliata: mostra 2016 invece di 2017.

    • Possibili spegnimenti imprevisti in alcuni dispositivi.

Avete già ricevuto Windows 10 build 16179 e mobile 15205? Fateci sapere che ne pensate se avete maturato impressioni sui recenti pacchetti software.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>