Dropbox, recuperare file cancellati

di Michele Costanzo Commenta

Dropbox recupero file
Torniamo a parlare di Dropbox per esaminare un’altra utile funzione offerta da questo servizio cloud. Entro certi limiti che vedremo tra un attimo, Dropbox permette di recuperare i file e le cartelle eliminati di recente. Questa funzione è disponibile sia sul web che tramite i client locali per i vari sistemi operativi.

Recuperare i file cancellati da Dropbox

Analizziamo anzitutto come procedere per il recupero di un file attraverso l’interfaccia web di Dropbox. Effettuato il login nel servizio nella barra superiore del nostro spazio cloud clicchiamo sull’icona “Mostra file eliminati” (“Show deleted file” in inglese) facilmente riconoscibile perché ha proprio la forma di un cestino. Dropbox mostrerà a questo punto l’elenco dei file cancellati di recente.

Per ripristinare un file (o una cartella) selezioniamolo con un click del mouse e poi nella barra delle azioni scegliamo il comando “Ripristina” (“Restore” se abbiamo l’interfaccia in inglese). Il file verrà a questo punto riportato nella sua posizione originale.

Il cestino , nei limiti di capacità del proprio account, copre i file eliminati negli ultimi 30 giorni. Chi sottoscrive un account  Pro a pagamento può anche abilitare la funzione Cronologia illimitata che permette di conservare tutte le versioni eliminate di file e cartelle.

Il recupero dei file tramite client

Quando abbiamo presentato i client per Windows, Mac, e Linux di Dropbox abbiamo visto che questi creano una cartella denominata proprio “dropbox” il cui contenuto viene sincronizzato con lo spazio cloud. All’interno di questa cartella viene creata anche una sotto-cartella denominata “.dropbox.cache” (notare il punto iniziale) che contiene i file cancellati di recente. Vediamo come raggiungere questa directory:

In Windows: nella barra degli indirizzi di Esplora risorse digitiamo il percorso:
%HOMEPATH%\Dropbox\.dropbox.cache

In Mac: apriamo il Finder e dal menù “Vai” selezioniamo “Vai alla cartella…”. Nella finestra di dialogo digitiamo il percorso:
~/Dropbox/.dropbox.cache

In Linux: apriamo una finestra di terminale e diamo il comando:
cd ~/Dropbox/.dropbox.cache
Quindi per elencare i file presenti diamo il comando “ls -l” ed utilizziamo il comando “mv” per ripristinare i file.

Ovviamente a seconda del proprio modo di lavorare e delle impostazioni del sistema la cartella .dropbox.cache può essere raggiunta anche con procedure diverse da quelle appena descritte.

[Photo Credits | Dropbox.com]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>