Whatsapp, cos’è e come funziona

di Giovanni Biasi 1

whatsapp

È innegabile che la comunicazione negli ultimi anni stia conoscendo una evoluzione incredibile. Sono tanti i dispositivi che nascono e crescono proprio con l’intento di migliorare la comunicazione tra le persone: stiamo ovviamente parlando di tutti i nuovi smartphone, tablet e quant’altro che, poggiandosi su social network o software di messaggistica, si impongono come mezzi imprescindibili per comunicare con qualcuno in tempo reale. Oggi andremo a parlarvi di uno dei prodotti più celebri, Whatsapp. Vediamo insieme cos’è e come funziona. 

Già il nome riassume la principale funzionalità del software: Whatsapp ricorda infatti da vicino la formula “What’s up?”, che si può facilmente tradurre dall’inglese con un “Come va? Che si dice?”. Il suffisso App, poi, sottintende che il tutto può essere racchiuso in una sola applicazione, che peraltro è disponibile praticamente ovunque.

Che voi abbiate un dispositivo Apple, uno Android, un Nokia o un Blackberry, sui relativi store troverete in forma gratuita una versione di Whatsapp, ovviamente compatibile con tutte le altre. Basta installarla sul proprio dispositivo per poter velocemente comunicare con chiunque altro la utilizzi: il software presenta prima di tutto un sistema di messaggistica, ma è anche possibile l’invio di diversi tipi di file, come foto, video o contatti (tutto, è chiaro, gratuitamente).

Ovviamente, Whatsapp utilizza la connessione ad internet. Basta trovarsi sotto copertura Wi-Fi o 3G (e avere, in quest’ultimo caso, un qualche abbonamento) per riuscire ad utilizzare l’applicazione senza problemi. Grazie al supporto alle notifiche push (per i dispositivi che le supportano), inoltre, Whatsapp può funzionare esattamente come si trattasse di un servizio di SMS. Qualcuno vi scrive, ed ecco che vi trovate l’avviso sulla schermata home.

Siamo certi che Whatsapp, comunque, non sarà né il primo né l’ultimo software di messaggistica di questo genere: sui diversi store delle varie case produttrici se ne trovano già a decine di applicazioni del genere, e qualcosa ci dice che i vecchi SMS, col passare degli anni, andranno presto a scomparire, a favore di una comunicazione più rapida, veloce, conveniente e completa.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>