Web Hosting : Come Scegliere Il Migliore ?

di Lorenzo Renzulli Commenta

Come possiamo scegliere l’hosting più adatto al nostro sito web nella miriade di offerte disponibili? Dobbiamo innanzitutto capire quelle che sono le nostre esigenze, ovvero cosa serve al nostro sito per vivere e crescere.
Un sito web infatti, per esistere, deve essere stato pubblicato, ovvero deve trovarsi su un server collegato alla rete. Esistono diverse soluzioni per far questo, ad esempio l’housing, ovvero il noleggio o l’acquisto di un server, generalmente ospitato in un’apposita struttura presso un’azienda specializzata, e l’hosting che consiste invece nel noleggio di una parte di server, generalmente condiviso con altri siti.

Concentrandoci su questa soluzione cerchiamo ora di vedere le principali differenze tra le varie offerte hosting.
La principale differenza tra i vari hosting è riconducibile essenzialmente alle prestazioni, che dipendono dalla condivisione di spazio e risorse del server con altri siti web, meno siti condividono le risorse e maggiori saranno le prestazioni. A ciascun sito Web viene infatti assegnata una porzione dello spazio disco e tutti condividono la memoria, la capacità di calcolo e banda di connessione a internet. L’hosting dedicato si differenzia dalla soluzione appena descritta in quanto è un’intera macchina, generalmente sempre di proprietà dell’ISP ad essere dedicata ad un solo cliente, per uno o più dei suoi siti.

Il vantaggio di questa soluzione è evidente, non dovendo condividere con altri le risorse del server, sarà possibile ospitare siti con esigenze particolari di spazio o banda, inoltre su un server dedicato, sarà possibile installare eventuali software che permettano al nostro sito di supportare funzioni non comuni.
Generalmente però il costo di un server dedicato è piuttosto elevato, anche se s’è molto ridotto nel tempo, sono nate quindi delle soluzioni ibride per andare incontro a chi ha esigenze maggiori a quelle di un comune hosting, ma non tali da giustificare la spesa per un dedicato. E’ possibile quindi optare per un server virtuale o semi dedicato, ovvero delle soluzioni condivise, ma dove la suddivisione di risorse del server è decisamente minore rispetto ad un comune servizio di hosting.

Torniamo a parlare ora proprio di questa tipologia di hosting, cosa scegliere? Molti si soffermano sul sistema operativo e si interrogano se sia meglio un server Windows o un server Linux.
Come detto, per scegliere l’hosting più adatto dobbiamo per prima cosa capire cosa serve al nostro progetto web, relativamente alla scelta di un server Windows o Linux, dovremo interrogarci su che linguaggio è stato utilizzato per sviluppare il sito? Viene usato un database? Di che tipo? E in seconda battuta, di quanto spazio e banda, avrò bisogno? Rispondendo a queste domande potremo subito indirizzarci tra un server Windows o un server Linux, se vogliamo, ad esempio sviluppare un blog in WordPress potremmo orientarci verso un server Linux, così da sfruttare al meglio tutte le potenzialità di questo celebre CMS (utilizzabile comunque anche su Windows). Se invece vogliamo realizzare un sito in ASP sarà meglio orientarsi su un server Windows e, in base al tipo di database con cui vogliamo lavorare dovremo assicurarci che sia disponibile nel pacchetto da noi scelto.
Inoltre, ancor più importante della scelta tra Windows e Linux, dovremo far attenzione alle caratteristiche e alle prestazioni del server, in particolare lo spazio e la banda in rapporto, naturalmente al prezzo. Diffidate dalle offerte che offrono a pochi soldi spazio e/o banda illimitati, perché spesso dietro ci sono scarse garanzie sulla continuità del servizio, uno degli aspetti fondamentali infatti, nella scelta di un hosting per il vostro sito web è l’uptime, ovvero il tempo in cui effettivamente il vostro sito è raggiungibile, naturalmente questo tempo, per non farvi perdere utenti, denaro e danneggiare la vostra immagine, deve essere prossimo al 100%.

Per fare maggiore chiarezza e snocciolare anche qualche cifra, diciamo che, se volete pubblicare un vostro nuovo progetto, se si tratta di un sito piccolo o medio piccolo, un hosting di fascia medio bassa, con un costo approssimativo che può variare dai 30 ai 50 euro l’anno (comprendendo spesso anche la registrazione del dominio) dovrebbe essere più che sufficiente.
Potrete sempre aggiustare il tiro in un secondo mento, quando il vostro progetto si svilupperà, il vostro sito crescerà, ed emergeranno maggiori esigenze di spazio o banda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>