Come aumentare il rendimento delle vostre unità AdSense

di Giovanni Biasi Commenta

Google, con AdSense, offre una fonte di guadagno pressoché illimitata: sta a voi ed alla vostra capacità organizzativa fare in modo che funzioni al meglio, così da attrarre visitatori a cliccare sugli annunci pubblicitari.

In questo articolo vogliamo darvi qualche consiglio generico per gestire al meglio le vostre unità AdSense, collocandole ed organizzandole in un certo modo.– Parte prima: i colori

Per quanto alcuni possano ignorare la cosa, o giudicarla di poca importanza, i colori rappresentano un fattore importantissimo, andando a toccare direttamente l’impatto visivo del visitatore. Il colore di sfondo degli annunci AdSense deve essere uguale a quello degli altri contenuti del vostro sito. Mettendo, infatti, un banner rosso su un sito su sfondo bianco, sarà veramente difficile ricevere click: i visitatori capirebbero (inconsciamente) che si tratta in qualche modo di qualcosa di “esterno” al sito, e quindi se ne allontanerebbero. Uno sfondo simile, invece, che non mostri soluzione di continuità tra i due elementi, facilita il click e, di conseguenza, i proventi.
Si parla, ovviamente, sia di colore dello sfondo che del testo. Cercate di renderli più simili possibile al layout del vostro sito, agendo sul comodo tool di personalizzazione offerto da Google.

– Parte seconda: la collocazione

Dopo i colori, un altro importantissimo fattore è rappresentato dalla collocazione delle vostre unità AdSense. È necessario, chiaramente, posizionare le pubblicità in zone che siano soggette ad un’alta frequenza di passaggio da parte del cursore degli utenti: si potrebbe, ad esempio, posizionarle accanto agli ultimi articoli pubblicati, o accanto al logo del vostro sito; oppure, ancora, a metà di un articolo, facendo sì che dividano il testo. Inutile posizionare le pubblicità sul footer (la parte bassa) del sito, in quanto soggetta ad una bassa frequenza di passaggio.

– Parte terza: la grandezza dei font

L’ultimo consiglio che vi diamo è quello di fare ben attenzione alla grandezza del font. Un font piccolo sarà più difficile da leggere, e quindi automaticamente scartato dall’inconscio del visitatore. Un font grande e ben amalgamato alla grandezza dei testi del sito, è invece molto più accessibile e “convincente”.

Fateci sapere, magari con un commento, se avete messo in pratica questi nostri consigli, e come vi siete trovati.

Impostare al meglio AdSense non è sempre facile, ma facendo varie prove, analizzando le collocazioni e il numero di click, è possibile aumentare il guadagno in modi che neanche immaginate.

Fidatevi di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>