Avast Browser Cleanup, rimuovere dal browser barre e plugin indesiderati

di Michele Costanzo Commenta

Avast Browser Cleanup
Molti programmi hanno l’abitudine di installare barre supplementari o plugin nel browser. A volte questi strumenti si rivelano utili mentre in molti altri casi si tratta di elementi a cui l’utente non è interessato. Non è poi raro che anche il malware informatico prende di mira il browser alterandone il funzionamento. Avast Browser Cleanup è uno strumento gratuito che può essere molto utile in situazioni come queste.

Come usare Avast Browser Cleanup

Avast Browser Cleanup fa parte di una serie di tool gratuiti messi a disposizione da AVAST Software (molto nota per l’omonimo antivirus). Il programma si scarica a partire da questa pagina, è particolarmente leggero (meno di 3 MB), con interfaccia in italiano e non necessita di installazione. Alla fine del download avremo a disposizione un file eseguibile denominato
avast-browser-cleanup.exe
che manderemo in esecuzione con un semplice doppio click.

L’interfaccia di Avast Browser Cleanup è articolata in schede ordinate sul bordo sinistro. La prima denominata “Riepilogo” contiene una sintesi di tutte le barre aggiuntive e dei plugin che il programma ha rilevato e classificato come sospetti. In questo senso va segnalato che Avast Browser Cleanup accede ad un database online quindi offre le sue piene potenzialità solo se la connessione ad internet è attiva. Per ciascuna voce dell’elenco è disponibile il pulsante “Rimuovi” che senza troppi convenevoli rimuove quell’elemento.

Le schede per i singoli browser

Avast Browser Cleanup propone anche una scheda di approfondimento per ciscuno dei browser installati (tra quelli supportati). Nell’immagine di apertura vediamo ad esempio un sistema operativo in cui sono presenti Internet Explorer e Mozilla Firefox.

Per ciascun browser viene proposto l’elenco delle barre e dei componenti aggiuntivi sospetti. Togliendo la spunta alla voce “Escludi gli add-on con una buona valutazione” verranno visualizzati anche gli elementi che di solito non destano sospetti. Anche in questo caso potremo agire su ogni singola voce per rimuovere gli elementi indesiderati. Interessante è infine anche il pulsante “Ripristina le impostazioni” che permette di riportare alle impostazioni iniziali la home page ed il motore di ricerca predefinito del browser.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>