Film Streaming : Il Governo Spagnolo Attacca Il Peer To Peer

di Andrea Lazzo Commenta

scaricare film onlineChi scarica illegalmente ? Tanta gente di sicuro. Dal ragazzino in cerca di videogames, al ragazzo più cresciuto in cerca di film streaming e musica. All’adulto in cerca di materiale osé, finendo all’appassionato di informatica in cerca di software di grafica ed altro. Basta così? No, certo che no.

Tra gli utenti dei vari peer to peer c’è anche il ministero del governo spagnolo, dove ogni giorno non si sa da chi, vengono scaricati illegalmente mega e mega di files. Il governo spagnolo ovviamente ha deciso di ingaggiare una serie di tecnici per capire dove fluiscano questi files e, colto il momento e la spinta delle Major discografiche, pare che stia pensando anche ad una azione contro i peer to peer.

Di certo non è ne il primo ne l’unico, il governo spagnolo, che deve fare i conti con la legge, che non punisce chi usa il peer to peer se non nel caso non si tragga lucro dalla vendita dei file scaricati. Non è la prima volta che dagli uffici pubblici partono richieste di file protetti da copyright. Il fenomeno è gia noto anche in Francia e in Italia.

Il presidente francese Sarkozy è già da un bel po’ di tempo che cerca di far chiudere emule e gli altri programmi di peer to peer. In Italia poi il fenomeno è elevatissimo. I pubblici uffici sono tra i primi in Europa. Certo non si tratta di Ministeri governativi, ma non si può mai sapere. Pensandoci un attimo, il caso spagnolo è facilmente proponibile come un caso che porterà più impopolarità alle guerre contro i peer to peer e forse più popolarità per queste: “anche il governo, usa il peer to peer, perché vergognarsi?”.

Forse le potenti major d’ora in poi non si rivolgeranno più a ministeri o ai governi, ma direttamente ai server. Almeno, avranno risposte più coerenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>