Fuga dal P2P : Streaming e Torrent In Aumento

di Redazione 1

Periodo di crisi per il peer-to-peer. Gli italiani, infatti, hanno cambiato drasticamente le proprie abitudini, e sembra che pochissimi usino i sistemi p2p per lo scambio dei dati.

p2p in crisi, arriva lo streaming

Questi circuiti venivano utilizzati, maggiormente, per scaricare film e musica da internet. Tra i programmi p2p più utilizzati sicuramente ricorderete emule, unico dei tanti, ancora a reggere le diverse alternative offerte dalla rete. Il muletto, riesce a supportare le novità grazie ad un costante aggiornamento dei server emule, che rendono ancora molto ampio il panorama dello scambio file.

Ciò non toglie che molti utenti fidati siano passati ad altri mezzi. La fonte viene divulgata da Nielsen, la quale afferma che gli utilizzatori dei circuiti p2p sono passati da 6,7 milioni di luglio 2009 ai 4,9 milioni di luglio 2010. Un calo alquanto drastico.

La caduta è pesante sopratutto per i piccolo software, ma colpisce moltissimo anche il noto eMule, che calcola, da solo, un calo di oltre il 40 per cento.

A dispetto crescono invece gli utilizzatori dei siti torrent e gli amanti dei film streaming.

Sembrerebbe, infatti, che la causa di questo grande cambio di abitudine, sia legato alla nascita di molti portali di streaming online, sempre più seguiti dal pubblico italiano.

Ma il grande mondo del web non finisce qui. Si parla di un notevole aumento circa l’uso dei siti di hosting. Tra i più noti ricordiamo RapidShare e Megaupload. Questi siti permettono di scaricare file in maniera velocissima, prevedono, infatti, anche un abbonamento premium per gli utenti più accaniti. Per rendere la ricerca più efficace e veloce, vengono spesso usati i rapidshare search, motori di ricerca appositi per rapidshare e company.

Commenti (1)

  1. Il protocollo usato da bittorrent è un protocolo P2P

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>