Lavorare Online : I Social Network Fanno Curriculum

di Lorenzo Renzulli 1

Non c’è che dire i social network hanno cambiato il volto del web, ma stando a questa notizia, non solo quello. Che il mercato del lavoro fosse in costante evoluzione è un dato di fatto assodato, e che le tecniche ed i criteri per reclutare nuovo personale variassero col mutare di importanti variabili di tipo economico e sociale è noto, ma nonostante tutto la notizia, riportata da diversi siti web che i social network possano in qualche modo “fare curriculum” appare davvero curiosa.

Si, avete capito bene, in particolare pare che, avere molti amici, contatti o follower su celebri social, come LinkedIn, Facebook o Twitter possa aumentare in modo davvero considerevole le possibilità di assunzione.

social network

Può sembrare incredibile, ma i social network stanno iniziando ad avere un peso sempre maggiore anche sui curricula di chi si candida per un lavoro.
Di recente, per restare in Italia, dove comunque questa tendenza è estremamente limitata, un grande portale internet specializzato in annunci immobiliari ha avviato una ricerca di personale e, tra i requisiti richiesti, bisognava avere almeno 150 amici su Facebook, 100 connessioni su LinkedIn e 50 follower su Twitter.

L’azienda ha reso noto poi che le candidature ricevute sono state circa 300, tutte rispondenti ai criteri di “popolarità” sui social network.
In America ci si è spinti molto oltre e il colosso Adobe, ha iniziato a valutare i potenziali candidati navigando sulle loro pagine dei social network per indagarne gusti ed abitudini.

Mentre dai vertici di Sony Ericsson è stata rilasciata questa dichiarazione: Utilizziamo il mondo sociale 2.0 per creare, allargare e sviluppare la nostra rete, ma anche per attrarre nuovi cervelli con modalità attuali e innovative“. Proprio per facilitare queste operazioni Ericsson, ha recentemente attivato un nuovo spazio su Twitter.

C’è da scommettere che nell’immediato futuro il peso dei social network e il loro impatto sulla vita reale di ognuno di noi aumenterà ancora, speriamo non si esageri, già ora, vanno ricordati i non pochi problemi di privacy e, in futuro, uno degli scenari più probabili ci vedrà tutti attivi, anche grazie ad aziende specializzate che stanno già nascendo anche nel nostro paese, a tenere alta la nostra reputazione online, potrebbero infatti bastare commenti negativi di qualche contatto dei social network per danneggiarci non poco, magari facendoci perdere il lavoro.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>