Come Creare Mappe Concettuali

di Lorenzo Renzulli Commenta

Creare una mappa concettuale può essere utile per preparare un esame o una presentazione in azienda o, ad esempio, per trovare nuove idee per scrivere post interessanti sul nostro blog.

Iniziamo spiegando un paio di punti importanti, intanto è opportuno distinguere tra Mappe Mentali (Mind map) e Mappe Concettuali (Concept map). Entrambe queste mappe si prefiggono il medesimo obiettivo: creare una gerarchia di concetti e metterli poi in relazione tra loro. Tuttavia, mentre le Mind Maps puntano più alla memorizzazione, facendo ricorso anche ad elementi creativi che possano facilitarla, la Mappa Concettuale invece è più rapida e schematica, molto adatta quindi anche ad essere creata con l’ausilio di un software per computer. Si tratta infatti di un grafico ad albero o a raggiera utile per organizzare o riorganizzare visivamente le nostre idee e le nostre conoscenze in base ad argomenti, macro aree, categorie, sottocategorie e parole chiave.

esempio di mappa concettuale

Queste particolari mappe utili per rappresentare graficamente informazione e conoscenze, sono state teorizzate negli anni ‘70 da Joseph Novak basandosi su un principio cognitivo di tipo costruttivista, per cui ciascuno è autore del proprio percorso conoscitivo all’interno di un determinato contesto, e può anche riuscire a modificare le sue strutture cognitive superando così l’apprendimento mnemonico.

Secondo l’impostazione originale data da Novak alle mappe, le loro caratteristiche peculiari sono:

  • L’uso di nodi concettuali, che rappresentano concetti base identificati da figure geometriche.
  • Collegamenti tra i vari nodi concettuali, basati su relazioni associative: rappresentate da linee di collegamento o frecce dotate di una sintetica descrizione.
  • La struttura complessiva della mappa è reticolare, senza quindi essere dotata necessariamente di un punto di partenza ed uno di fine.

Come si realizza una mappa concettuale

Ecco alcuni semplici consigli utili per iniziare a creare una mappa concettuale che ci potrà supportare nell’apprendimento o nella soluzione di specifici problemi.

  • Individuiamo il tema di nostro interesse.
  • Organizziamo gli elementi in modo gerarchico, dall’alto verso il basso, limitandone l’espansione orizzontale.
  • Individuiamo i concetti e le relazioni associative tra di essi.
  • Colleghiamo i vari elementi in modo chiaro e preciso.

Se non siete molto a vostro agio con carta e penna, le Mappe Concettuali, come detto, si prestano molto bene ad essere realizzate sul Pc.
Esistono molti programmi che permettono di organizzare in questo modo le vostre idee. Ad esempio Cmap Tools (scaricabile da: http://cmap.ihmc.us/download/ dopo esservi registrati) è un buon programma, gratuito e di facile utilizzo.

Il software è stato creato dall’Institute for Human and Machine Cognition della Cornell University of West Florida, ed è disponibile anche in italiano, il che non guasta mai.
L’installazione è molto semplice e veloce, vi basterà avviare il setup wizard, scegliere la destinazione e la lingua che preferite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>