Come gestire la Partita IVA in modo semplice e low cost

di GM Commenta

Nuove indicazioni per tutti coloro che vogliono approcciare per la prima volta questo mondo

La vita dell’imprenditore (o del libero professionista) è tutt’altro che semplice: responsabilità, costi, orari di lavoro spesso impossibili e, per finire, una certa dose di rischio. A ciò si aggiungono le incombenze relative alla Partita IVA, come il pagamento delle imposte e dei contributi, le dichiarazioni dei redditi, più altri adempimenti (dichiarazioni IVA, studi di settore, ecc.) che dipendono dal regime fiscale adottato.

gestire la Partita IVA
gestire la Partita IVA

È chiaro, quindi, che ogni possibile soluzione che permetta di semplificare la gestione della fiscalità e, al contempo, ridurre le spese per il commercialista è sempre ben accetta. Specialmente se si tratta di un servizio sicuro e affidabile, capace di garantire le stesse prestazioni di un comune studio, ma ad un prezzo molto più accessibile.

Il commercialista telematico

La soluzione di cui stiamo parlando è il cosiddetto “commercialista virtuale” o “telematico”, una novità che, negli ultimi tempi, ha preso piede anche qui in Italia.

Dunque, cos’è esattamente un “commercialista telematico”? Con questa espressione ci riferiamo ad un servizio dedicato sia agli imprenditori che ai liberi professionisti, che integra consulenza ed assistenza fiscale. Le prestazioni offerte, quindi, vanno dall’attivazione della Partita IVA (gratis, o comunque ad un prezzo contenuto) al disbrigo dei vari adempimenti (come, appunto, la dichiarazione reddituale, l’invio del modello Intrastat, la predisposizione degli F24, ecc.) previsti per ciascuna attività.

La caratteristica più interessante di questo genere di servizi consiste proprio nella completa digitalizzazione dei processi. In pratica, il cliente può interfacciarsi con il suo “consulente telematico” comodamente dal PC, attraverso una piattaforma chiara, semplice ed intuitiva. L’area riservata contiene i dati aggiornati sul fatturato e sui pagamenti in scadenza, nonché una stima accurata delle imposte e dei contributi.

Commercialisti online: pro e contro

Poter gestire la totalità degli adempimenti fiscali dal computer di casa, dal posto di lavoro, e persino tramite smartphone e tablet durante eventuali viaggi o trasferte, è sicuramente uno degli aspetti più vantaggiosi da tenere in considerazione, quando si tratta di scegliere tra un commercialista “in carne ed ossa” ed uno “virtuale”.

Un tempo, infatti, era necessario spostarsi fisicamente per sbrigare ogni minima incombenza. Oggi, invece, usufruire della posta elettronica, dei servizi di home banking e dei portali di e-commerce è ormai considerata la cosa più normale del mondo.

Dunque, nonostante vi siano ancora riserve sulla “figura” del commercialista virtuale, specie da parte di chi ha poca confidenza con le nuove tecnologie, è certo che, nei prossimi anni, saranno sempre di più le Partite IVA gestite per via telematica.

I vantaggi garantiti dai commercialisti online toccano vari ambiti: da quello economico, con un risparmio annuo stimato tra il 30 e il 50%, a quello personale, con più tempo libero da dedicare a se stessi, alle esigenze familiari e, non ultimo, al proprio business.

Di contro, però, va detto che, ad oggi, non tutte le Partite IVA possono usufruire del commercialista telematico. Le imprese in forma non individuale, così come alcune attività con inquadramenti particolari, sono escluse da diversi servizi online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>