Come ottimizzare le prestazioni del proprio smartphone Android

di Redazione Commenta

Nonostante i nostri smartphone siano sempre più veloci e potenti, non sempre riusciamo a ottimizzare le prestazioni del nostro device. Sono diversi i “trucchi” che possono essere utilizzati per far sì che il nostro smartphone possa esprimere tutto il proprio potenziale e oggi vi racconteremo quali sono le soluzioni che potete adottare senza particolari difficoltà e senza rischiare di compromettere il funzionamento del vostro device.

L’importanza di individuare le applicazioni “pesanti”

ottimizzare smartphone

Le app sono fondamentali nell’utilizzo quotidiano di qualsiasi device mobile, ma alcune applicazioni Android rischiano di rallentare all’inverosimile il nostro dispositivo. Il metodo più semplice e intuitivo per ottimizzare il nostro cellulare è quello che prevede l’eliminazione di tutte quelle app che impattano maggiormente sul nostro processore, sulla nostra RAM o sulla durata della nostra batteria. Ci sono app come quelle dei videogame che pesano sulla nostra “RAM” solo durante l’utilizzo e che consumano la batteria solo se utilizzate. Lo stesso avviene anche per le app dei casinò online che sono sempre più utilizzate anche su smartphone tanto che siti come quello di Casinos.it si sono specializzati nel recensirle e tra gli elementi tenuti in considerazione ci sono proprio la “leggerezza” e la fluidità dell’applicazione. Ci sono poi app come quella di Facebook che sono note per essere delle app “pesanti” anche quando non vengono utilizzate, tanto che sul Play Store è disponibile un app Facebook “Lite” rilasciata dall’azienda statunitense per dispositivi poco potenti. Se l’installazione di applicazioni Lite non sarà sufficiente per migliorare le prestazioni del nostro device, saremo costretti ad armarci di un po’ di pazienza. Per capire quali sono le applicazioni che consumano più batteria e che molto probabilmente intasano la nostra RAM e la nostra CPU non dobbiamo fare altro che accedere alle impostazioni del nostro dispositivo Android (rappresentate dall’icona “ingranaggio” presente nella schermata Home), accedere al menu Batteria e cliccare su “Utilizzo batteria”. Sul nostro smartphone si aprirà una schermata che ci indicherà quali sono le applicazioni che lavorano maggiormente in background rallentando il nostro dispositivo e, una volta individuate, potremo disinstallare per vedere se il problema si risolverà.

Cambiare il Launcher: cos’è e a cosa serve?

Un’altra soluzione molto utile per ottimizzare il nostro smartphone è quella che prevede l’utilizzo di un launcher diverso da quello installato dalla casa produttrice del nostro smartphone. Ma cos’è un launcher e a cosa serve? Come spiegato anche da un articolo di Onlinetutorial.it, il launcher è quell’app che assolve lo scopo di gestire la schermata “Home” del nostro smartphone, per intenderci quella che ci appare allo sblocco del telefono. Molte case produttrici si servono di launcher pesanti che impattano in modo significativo sulla durata della batteria, sulla velocità e sulle prestazioni del nostro device. Per cambiare il launcher e scegliere quello più adatto al nostro smartphone non dobbiamo fare altro che accedere al Play Store di Android e avviare il download di un launcher alternativo tra i tanti a disposizione a pagamento o gratis. Tra questi, i più famosi e utilizzati sono Nova Launcher, Line Launcher, Microsoft Launcher e Smart Launcher.

Migliorare le prestazioni del nostro smartphone Android è più semplice di quanto si possa pensare e il nostro auspicio è che questa guida possa rendervi la vita più facile grazie a questi semplici “trucchi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>