Risparmiare Soldi : Come Viaggiare Gratis Con Internet

di Lorenzo Renzulli 1

Ormai è estate e la voglia di viaggiare anche solo per pochi giorni, per staccare un po’ la spina, aumenta vertiginosamente, e con essa si assiste al boom di un nuovo fenomeno, l’autostop. Direte che non c’è nulla di nuovo, è una pratica in uso da decenni, si ma ora l’autostop si fa su internet!
Sono sempre più cliccati infatti i siti che mettono in contatto “autisti” e “passeggeri” in quello che in breve tempo è diventato uno dei servizi più ricercati della rete.

Chi vuole risparmiare soldi in tempo di crisi e vivere una vacanza un po’ più avventurosa gradirà sicuramente questa soluzione, ottima anche per chi vuol fare nuove amicizie e viaggiare in compagnia.
Inoltre, oltre ad essere un buon modo per trovare compagni di viaggio, fare nuove amicizie e risparmiare, l’approccio virtuale all’autostop è anche più sicuro di quello reale. Gli autisti infatti si sono, così come i passeggeri, iscritti ad un sito in cui hanno indicato i loro dati e in cui possono essere votati con un sistema di feedback dagli utenti che li hanno già incontrati e hanno condiviso un viaggio con loro.

Ma non sono tutte rose e fiori, secondo Alberto Abruzzese, sociologo della comunicazione, l’autostop è un esempio di solidarietà ma è anche rischioso, così come ribadito spesso al cinema che ha lavorato su figure come quella dello sconosciuto. Quindi il fenomeno si può ripresentare sulla rete con le stesse caratteristiche.

Rispetto alla strada però va detto che la rete offre sicuramente maggiori filtri, che possono permettere a questa forma di viaggio di diventare sempre più anche una nuova forma di socializzazione, di solidarietà e naturalmente, come detto, un efficace sistema per abbattere i costi.

Commenti (1)

  1. Vi posso assicurare che l’autostop di oggi fatto tramite rete, non ha nulla a che fare con quello di una volta. Non so se conoscete il sito: http://www.passaggio.it, puoi decidere di viaggiare solo con donne, puoi vedere le foto profilo delle persone con cui viaggerai, puoi pubblicare il passaggio su facebook…insomma le possibilità per rendere l’autostop meno sicuro sono tante. Chiaro che il pericolo c’é sempre, ma quello c’è sempre se viaggi solo, in aereo, treno o nave…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>