Web Hosting e SEO : Perché Scegliere Un Hosting Veloce

di Redazione Commenta

Che Google sia ormai diventato un vero e proprio colosso informatico, e che voglia mettere le “mani in pasta” praticamente per tutto ciò che concerne, non solo l’informatica, ma anche l’Hi-Tech in generale (vedi SmartPhone), non è una novità.

Tra l’altro Google, proprio di recente, ha dichiarato che si getterà anche nel mondo dell’Internet Provider, ovvero fornirà connessioni internet ad alta velocità.

Questa competenza a 360° di Google nel campo dell’informatica, si ripercuote anche sul suo motore di ricerca (che rimane comunque, e probabilmente rimarrà per molto tempo; il fattore numero 1 del suo successo).

Se Google è diventato il numero 1 dei motori di ricerca, infatti, ci sono diversi motivi, tra cui, il fatto che Google, per indicizzare i siti web nel suo DataBase, non si basa esclusivamente su elementi base quale titolo, descrizione del sito ecc.; ma utilizza un sistema molto complesso, che verifica una serie vastissima di elementi per decidere quali sono i siti più adatti ad una determinata KeyWord che l’utente andrà a cercare.

Uno dei fattori di indicizzazione più recentemente introdotto, è la velocità del sito web : se un sito è eccessivamente lento, impiega troppo tempo per rispondere e per caricare una pagina Web, verrà penalizzato da Google.

Il tutto è confermato dal fatto che, da alcuni giorni, tra gli strumenti offerti da Google per i Web Developer è presente anche una applicazione On Line (in versione Beta), che permette ai primi di verificare la rapidità del proprio portale web.

Se un hosting veloce e performante, è stato sempre utile, ora diventa quanto mai necessario, in quanto non andrà ad influire esclusivamente sul gradimento dell’utente, ma anche sull’indicizzazione, sul lato S.E.O. (Search Engine Optimization) insomma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>