Guadagnare Con Il Forex : Creare Una Propria Strategia

di Luca Marengo Commenta

Il forex da qualche anno a questa parte viene visto ogni giorno di più come un gioco, un modo per guadagnare facilmente se siamo fortunati, ma è di primaria importanza capire che il forex e il gioco d’azzardo sono due cose completamente diverse e ben distinte. Nel gioco d’azzardo scommettiamo su qualcosa sperando che la fortuna giri dalla nostra parte e di vincere di conseguenza del denaro, nel forex si può anche agire così e potrebbe anche andare bene, ma solitamente è il primo passo verso la perdita, in quanto per operare in questo mercato è necessario applicare delle strategie.

Fondamentalmente nel momento in cui si decide di fare trading sul forex bisogna definire il punto di entrata, nel quale aprire la posizione, e il punto di uscita, nel quale chiudere la posizione con il maggior guadagno possibile; ma ancora prima di ciò è bene definire alcune cose.

Per prima cosa chi è alla prima esperienza deve decidere quanto tempo vuole dedicare all’attività del trading, questo punto è molto sottovalutato ma in realtà è molto importante sapere se l’intenzione è quella di seguire costantemente il forex per diverse ore al giorno controllando continuamente l’andamento delle posizioni aperte, o se invece l’intenzione è quella di non farlo diventare un impegno costante e di controllare quindi solo una volta al giorno l’andamento, in questo caso allora è meglio utilizzare una leva bassa e giocare su periodi lunghi.

Un altro punto importante consiste nella scelta degli strumenti di trading, che servono a fornire gli indicatori indispensabili per le negoziazioni. Tra i più importanti ed utili indicatori segnaliamo: l’SMA (Simple Moving Average), ovvero una media mobile che consiste nella somma dei prezzi di chiusura del cross per un numero indicante i periodi di tempo e dividendo poi il risultato per questo numero. L’EMA (Exponential Moving Avarage), sempre una media mobile che si differenzia da quella precedente solo per il peso del prezzo di chiusura, in quanto in questo indicatore il prezzo di chiusura è più influente sulle date vicine a quella odierna e meno sulle date più lontane.

Infine è bene imparare a capire il comportamento standard di ogni valuta, in quanto ogni coppia di valute ha un andamento tipico diverso, salvo eccezioni ovviamente. Ad esempio il cambio GBP/CHF subisce variazioni continue, mentre altri cambi come EYR/JPY sono molto più stabili. Questo è utile per capire che tipo di gioco vogliamo intraprendere ed agire di conseguenza.

Ad altre info su come guadagnare con il forex.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>