Adobe Acrobat Reader per Android, aggiungere note ad un PDF

adobe-acrobat-reader-per-android-commenti
L’applicazione Adobe Acrobat Reader per Android permette di aggiungere vari tipi di informazioni ai file PDF presenti nel nostro smartphone. È ad esempio possibile evidenziare porzioni di testo, aggiungere un commento o sottolineare un passaggio particolarmente importante.

Adobe Acrobat Reader per Android, adattare la dimensione di un PDF

adobe-acrobat-reader-android-fluido
Nella prima parte della guida a Adobe Acrobat Reader per Android abbiamo visto come installare questa applicazione e come accedere alle sue funzioni principali. In questa seconda parte invece vedremo all’opera una caratteristica molto comoda di Acrobat Reader che consente di adattare la dimensione delle pagine e del testo di un PDF alla caratteristiche dello schermo.

Installare Adobe Acrobat Reader per i PDF su Android

Adobe Acrobat Reader per Android
Sono numerose la applicazioni per Android che possono essere utilizzate per visualizzare i file PDF. Tra queste Adobe Acrobat Reader si segnala per affidabilità, completezza e semplicità di utilizzo. Proprio come la sua controparte per PC, Acrobat Reader per Android è sviluppata direttamente da Adobe, la società che inventato e standardizzato il formato PDF.

Come aggiornare Adobe Flash Player

Adobe Flash Player Aggiornamento
La tecnologia Flash di Adobe è molto diffusa sul web specie in quei siti che distribuiscono contenuto multimediali (giochi, streaming, video, etc). Il plug-in Flash Player è quindi un componente fondamentale da aggiungere al browser ed il suo costante aggiornamento garantisce prestazioni ottimali e maggiore sicurezza.

Adobe Reader X : Protezione e Usabilità

Adobe Reader X, è la nuova versione del popolare programma di lettura PDF Adobe Reader. La nuova versione offre un look snello e pratico. Oltre al nuovo design, troviamo un livello di protezione migliorato e un sistema perfettamente integrato con Adobe SendNow, il servizio online di condivisione file della stessa Adobe.
adobe reader x
Mentre visualizzate un documento PDF all’interno di Adobe Reader X, il servizio SendNow permette l’invio di tale file a tutti coloro che utilizzano il servizio built-in di SendNow senza aprire il vostro client di posta elettronica. Supportato anche l’invio di file diversi dall’estensione PDF, come documenti di Office, immagini e molto altro.

Per quanto riguarda la modalità protetta, ricordiamo che Adobe Reader X riconosce i file PDF pericolosi, ovvero quelli che contengono file script che potrebbero danneggiare il vostro file system oppure modificare il registro del sistema operativo.

Lato design, notiamo pulsanti più grandi e usabilità migliorata.

Pericolo per Apple : Microsoft e Adobe Pensano Alla Fusione

Ci sono incontri che cambiano decisamente le situazioni di mercato e spingono le aziende ad un connubio che mai si sarebbe immaginato: nel mondo videoludico, ad esempio, uno dei più recenti ha visto Disney e Square-Enix (la produttrice della infinita saga Final Fantasy) unirsi per il progetto Kingdom Hearts, ad oggi venditore di milioni di copie; nel cinema si può pensare sempre a Disney che ha fuso i suoi studios con la Pixar per le ultime mirabolanti imprese da cartoni animati; nell’informatica è toccata a Steve Ballmer, delegato Microsoft, e Shantanu Narayen, CEO di Adobe.

AdobeReader

Secondo il New York Times i due si son incontrati a San Francisco per discutere di come contrastare l’avanzata di Apple sul mercato della telefonia mobile:  i due hanno discusso ardentemente di una possibile fusione dei due colossi stravolgendo una realtà di mercato davvero possente ma soprattutto creando un’unica via di battaglia contro Apple.

Ballmer e Narayen hanno anche analizzato la situazione riguardo il rifiuto di Apple di utilizzare la tecnologia Flash sui suoi prodotti così da evitare l’ingresso di Adobe nel complesso dei suoi prodotti. Non sarebbe comunque una novità o comunque una mossa a sorpresa quella di Adobe e Microsoft che spesso sono venute in contatto per una eventuale fusione ma sempre sono state fermate dalle normative antitrust, con le quali, sappiamo, Microsoft ha avuto già diversi problemi.

A favore di questa situazione ci sarebbero però ora le condizioni di mercato decisamente cambiate: Google e Apple si sono inserite nel mercato e Microsoft e Adobe non sono più due colossi isolati cui ostacolare la fusione. La guerra è iniziata.