I canali di Google Chrome: Stable, Beta, Dev e Canary

di Michele Costanzo Commenta

Google Chrome Canary
Forse non tutti sanno che il browser Google Chrome viene sviluppato parallelamente in quattro versione chiamate “canali di rilascio“. Solo una di queste versioni denominata Stable (stabile) si rivolge agli utenti normali mentre le rimanenti tre varianti -chiamate Beta, Dev e Canary- sono rivolte al mondo degli sviluppatori web ed agli utenti interessati a provare in anteprima le nuove funzioni.

I canali Stable e Beta di Google Chrome

La versione Stable di Google Chrome è quella che si scarica normalmente dal sito ufficiale del browser. È disponibile per i sistemi desktop Windows, Linux e Mac e viene rilasciata ad un ritmo di nuova major release ogni 6 settimane circa. Il canale Stable offre sempre la versione più stabile ed affidabile di Chrome consigliata per la maggior parte degli utenti.

Prima di arrivare nel canale Stable, le nuove versioni di Google Chrome vengono rilasciate con circa un mese di anticipo nel canale Beta. Queste versioni offrono già una buona stabilità anche se potrebbero ancora emergere bug da risolvere prima del rilascio come Stable.

I canali Dev e Canary

Nello sviluppo di Google Chrome il canale Dev precede quello Beta e come suggerisce il nome si rivolge soprattutto agli sviluppatori che vogliono analizzare le nuove funzioni di Chrome con buon anticipo rispetto al rilascio generale. Viene aggiornato in media uno o due volte ogni settimana e spesso contiene bug o funzioni ancora incomplete.

Canary è infine il canale di rilascio più ‘instabile’ del browser Google Chrome al punto che nuove versioni vengono rilasciate praticamente ogni giorno. Si tratta di versioni spesso non testate e quindi caratterizzate in genere da molti bug. La versione Canary di Chrome è rivolte principalmente a chi lavora direttamente o indirettamente allo sviluppo del browser.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>