Come evitare le rimodulazioni Vodafone in arrivo ad ottobre 2019

di Gio Tuzzi Commenta

Alcune istruzioni per sapere come affrontare al meglio le rimodulazioni Vodafone in arrivo ad ottobre 2019 trapelate in questi giorni

rimodulazioni Vodafone
rimodulazioni Vodafone

Ci sono alcune importanti informazioni che dobbiamo prendere in esame oggi 24 settembre per quanto riguarda le rimodulazioni Vodafone. In particolare, a partire dal mese di ottobre il piano della SIM avrà un costo di 1,99 euro al mese per tutti coloro che non hanno una specifica offerta attiva, nel caso in cui il piano base della tua SIM risulti Vodafone 25. Secondo diversi addetti ai lavori, si tratta appunto della soluzione scelta da coloro che non hanno grosse pretese in questo particolare contesto.

Nello specifico, le rimodulazioni Vodafone oggi segnalate potrebbero colpire soprattutto i più anziani, che dispongono di un device e di una SIM della compagnia telefonica soprattutto per ricevere chiamate. E, al più, per collegarsi alla Rete solo sotto la copertura di una connessione WiFi. Va anche detto che, al netto di questo nuovo costo fisso da prendere in considerazione, gli utenti coinvolti nei rincari descritti potranno attivare 2 giga al mese senza ulteriori costi aggiuntivi, chiamando il 42590 fino al 21 novembre.

Come evitare le rimodulazioni Vodafone di ottobre

Fatta questa lunga premessa, non resta altro da fare che illustrare tutte le alternative disponibili per coloro che intendono recedere ed evitare le rimodulazioni Vodafone che sono emerse in questi giorni. All’interno della pagina ufficiale Vodafone Informa, infatti, possiamo trovare maggiori riferimenti sotto questo punto di vista:

“Il diritto di recesso può essere esercitato gratuitamente, eventualmente mantenendo attiva un’offerta che include un telefono e continuando a pagare le rate residue con la stessa cadenza e metodo di pagamento su: variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno a: Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10.0.15 Ivrea, Torino, o via PEC all’indirizzo [email protected], chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando l’apposito modulo nei negozi Vodafone, esplicitando la causale sopraindicata”.

Insomma, come previsto dalla legge, al cospetto di nuove rimodulazioni Vodafone abbiamo la possibilità di recedere senza pagare penali, lì dove sono normalmente previste dal contratto che abbiamo firmato in un primo momento. Staremo a vedere se nello scorcio finale di questo 2019 ci saranno ulteriori aumenti da prendere in considerazione, o se al contrario i rincari si fermeranno a quelli che abbiamo descritto in questo frangente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>