RAI : Accordo Con Nokia Per I Contenuti Digitali

di Francesca Manzari Commenta

La RAI, o mammaRai come recita lo spot, il maggiore player radio televisivo italiano sta dando un grandissimo e continuo impulso allo sviluppo tecnologico per consentire agli utenti di fruire in modi differenti i contenuti e i servizi multimediali. Piattaforme come Open Internet TV, WebTV e la televisione mobile sono in continua cresciata e stanno emergendo moltissimo proprio perchè offrono nuovi modi di fruizione e perchè sono attualmente un importante strumento di crescita sia in termini di audience (consentono infatti di arrivare anche ai più giovani con un crescente aumento dei segmenti di utenza) che come potenziali generatori di ricavi. In contemporanea esiste anche il fenomeno dilagante dei cellulari che diventeranno ora il quarto schermo per la fruizione di contenuti multimediali- stando a quanto ha dichiarato l’ing. Roberto Bagnoli direttore del Business Development Nokia Siemens Network – supportato da tecnologie 3G sempre più veloci.

In base a tutto questo nasce l’accordo appena firmato tra RAI e Nokia per la sperimentazione di nuove soluzioni tecnologiche che porteranno i contenuti mutimediali della RAI sulla linea Internet veloce di tipo residenziale e sui canali di telefonia mobile. L’accordo di collaborazione permetterà sia alla RAI che a Nokia Siemens Network di sperimentare possibili utilizzi di soluzioni tecnologiche innovative basate su fibra ottica per il trasporto di contenuti multimediali ad Alta definizione e di applicazioni mobili su banda larga.

Nokia Siemens Network che vanta una notevole esperienza in questo campo, è convinta che la collaborazione con viale Mazzini per la sperimentazione di una nuova piattaforma tecnologica multicanale per la distribuzione multimediale porterà beneficio ad entrambe le parti dell’accordo.

Questo accordo in ogni caso non fa altro che rafforzare un rapporto lavorativo già consolidato; nel 2006 infatti in occasione delle Olimpiadi invernali di Torino Nokia Siemens Network e RAI avevano collaborato per la realizzazione del progetto DVB-H.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>