Creare una versione live di Windows XP

di staff Commenta

Tra gli strumenti che non possono assolutamente mancare nella “cassetta degli attrezzi” di ogni buon geek, figurano sicuramente le versioni “live” di taluni sistemi operativi: quelle che – come tutti voi ben saprete – non necessitano d’installazione per poter funzionare.

Da Ubuntu a Knoppix, di distro Linux avviabili effettuando direttamente il boot da CD/DVD ce ne sono a bizzeffe, già pronte per l’uso e scaricabili gratuitamente. Per quanto concerne Windows, invece, la situazione è ben diversa: se si desidera avere una versione “live” del sistema Microsoft, occorre costruirsela da sé. Roba da geek, insomma.
Eccoci quindi pronti a proporvi una breve guida, grazie alla quale è possibile creare una versione “live” di Windows XP, senza utilizzare il “solitoBart PE. Tutto quello che occorre è un programma gratuito, una manciata di minuti, ed il gioco è fatto: provare per credere.

  1. Accertarsi di avere almeno 1 GB di spazio libero sul disco fisso del proprio computer;
  2. Creare una nuova cartella sul desktop, e rinominarla in “Live XP“;
  3. Scaricare il software gratuito e no-install Winbuilder (mirror alternativo);
  4. Scompattare il contenuto dell’archivio appena scaricato, in “Live XP“;
  5. Avviare Winbuilder.exe;
  6. Recarsi nella scheda Download;
  7. Togliere il segno di spunta dalla voce Optional;
  8. Cliccare sul pulsante Download;
  9. A scaricamento ultimato, fare click sul pulsante Play (situato nella parte alta a destra dello schermo);
  10. Inserire il disco d’installazione di Windows XP nel lettore CD/DVD del computer;
  11. Cliccare sul pulsante caratterizzato da un’icona raffigurante una cartella aperta, e selezionare il drive relativo al disco d’installazione di Windows XP;
  12. Fare click su Continue;
  13. Rispondere Yes o OK ad eventuali richieste da parte del software;
  14. Al termine della procedura, inserire un CD/DVD vuoto nel lettore del computer ed avviare la masterizzazione della versione “live” di Windows XP.

Via : Geekissimo

    Commenti (0)

    1. Funziona questo Live CD per XP su un masterizzatore Sata configurato per lavorare come Ahci dal Bios?
      Altrimenti a cosa serve, oggi che oramai le schede madri nuove hanno un canale Ide solo per far finta di avercelo messo?
      A cosa serve ad esempio parlare di W98 e di un possibile CD live quando siamo nel terzo millennio?

      Conclusione: o questo live CD può funzionare su harware e configurazione Sata-Ahci o allora è roba da museo.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

    You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>