Spostare le finestre di Windows sul bordo dello schermo

DM2 finestre di Windows
Gli utenti abituati a lavorare con diverse finestre di Windows aperte sullo schermo sicuramente troveranno molto interessanti alcune funzioni di DM2. Questo programma aggiunge molte funzioni extra alle finestre di Windows come abbiamo già visto di recente parlando di finestre trasparenti, finestre ridotte nella system tray e finestre mantenute in primo piano.

Fine supporto per Windows Xp, 5 consigli per chi resta

Windows Xp Logon
Il conto alla rovescia sta per concludersi. A partire dal prossimo 8 aprile 2014 infatti Microsoft non fornirà più supporto tecnico per Windows Xp lo storico sistema operativo lanciato nel 2001 ed ancora ampiamente diffuso. Da quella data quindi non saranno più rilasciati aggiornamenti di sicurezza e la protezione del sistema sarà affidata solo alle impostazione adottate ed ai software di terze parti.

Come Accedere a Windows Dopo Aver Dimenticato la Password

Vi capita mai di dimenticare la password che avete inserito nel vostro account di Windows e quindi rimanere perdutamente bloccato nell’immagine a sfondo blu dell’accensione? windows per fortuna permette di ovviare al problema e salvarsi da quello che sarebbe l’atto definitivo per impedirvi di entrare nel vostro computer.

accedere a windows anche dopo aver dimenticato la password

La vostra salvezza è proprio nell’account amministratore creato da Windows al momento dell’installazione e che resta attivo vita natural durante anche qualora andaste a creare altre partizioni. L’account amministratore, guest, sarà disattivato e anche alla schermata di login non sarà visibile, tant’è che verrà mostrato solo l’account da voi creato e non l’Administrator.

Ecco quindi come risolvere il problema ed entrare con tale account: si va in modalità provvisoria, avviabile premendo f8 all’accensione di Windows cercando di premerlo quanto più possibile finchè non apparirà una schermata con diverse opzioni che riguardo l’avvio del sistema: avremo tra queste la modalità provvisoria e varianti con anche la possibilità di avviare tutto normalmente, cosa che al momento non è nelle nostre necessità. A noi interessa infatti di avviare l’OS con Safe Boot, ovvero la modalità provvisoria (prima voce di Windows XP). Ecco quindi che usciranno tutti gli account del pc compreso l’amministratore dove dovrete cliccare: una volta fatto sarete all’interno del pc e potreste anche rimanerci, ma ricordate che siete in modalità provvisoria.

A questo punto dovete andare in Pannello di Controllo e selezionare il vostro account utente così da poter modificare o eliminare la password che avevate nel frattempo dimenticato. Una volta fatto potrete riavviare ed entrare col vostro account nella modalità normale di Windows: missione compiuta.

Trasformare xp in vista

Per trasformare il sistema operativo Xp in Vista esistono molti pacchetti, il più delle volte creati da appassionati che si dilettano nella creazione di software davvero interessanti, ma che niente hanno a che vedere con la Microsoft.

Come trasformare windows xp in vista width=

Ecco perché chiunque abbia intenzione di modificare l’aspetto grafico del proprio sistema operativo XP, rendendolo molto più simile all’accattivante Vista, è bene che tenga in considerazione alcune attenzioni.

  1. Eseguire prima di procedere un backup dei dati sensibili. I software in questione, pur modificando in grossa sostanza solo l’aspetto grafico del sistema operativo, vanno ad intaccare e modificare file di un certo rilievo per il funzionamento della macchina.Dunque è da tener presente la possibilità di un mal funzionamento successivo all’installazione o peggio ancora una perdita di dati personali, risolvibile con un precedente backup del sistema, che vi ruberà solo pochi minuti.
  2. Chiudere tutte le applicazioni prima di procedere con l’installazione. Normalmente infatti tutte le applicazioni che rimangono aperte durante l’installazione del pacchetto che trasformerà il vostro XP in Vista, non saranno oggetto di modifica. Quindi accertatevi di aver chiuso programmi di posta elettronica, antivirus, peer to peer e messaggistica istantanea.
  3. Altra cosa importante da tenere in considerazione è che non essendo software ufficiali, qualsiasi problema causato dall’installazione non ricadrà nella garanzia Microsoft e avrà come effetto quella di invalidarla.

Come trasformare xp in vista

Detto questo uno dei software più completi per la modifica del vostro sistema operativo è sicuramente Windows Vista Transformation Pack 9.

Il software è disponibile gratuitamente e l’installazione è davvero molto rapida. Unica scelta dell’utente è relativa alla tipologia di installazione. Si potrà scegliere per la classic o per la express. Consigliamo la seconda qualora non si voglia essere disturbati da troppi messaggi di conferma.

Le modifiche che il pacchetto apporterà saranno principalmente di carattere grafico, e riguarderanno la schermata di avvio, la schermata di benvenuto/logon, il nuovo visual style, le nuove icone e desktop, le nuove icone della toolbar, il progress dialog, le nuove tray icon di sistema, nuovi wallpaper e nuove skin di Windows Media Player.

Sistemi Windows a confronto : Windows 7 – Windows Vista – Windows XP

In quest’articolo cercheremo di confrontare le performance tra gli ultimi tre sistemi operativi di casa Redmond, cioè stiamo parlando di Windows XP , Windows Vista e Windows 7.

Da statistiche prese direttamente da Internet, su prove fatte al laboratorio, possiamo riepilogare quanto segue. Il punteggio assegnato va da 1 a 5, 1 è il punteggio minimo, mentre 5 è il punteggio massimo.

Windows XP: inizio e fine

La dichiarazione che arriva direttamente da parte di Steve Ballmer è di rivalutare i piani sulla scomparsa di Windows XP e quindi potrebbero anche pensare di allungare il ciclo di vita del software; Microsoft ha fissato al 31 gennaio 2009 la scadenza per la vendita di Windows XP, sul piano pratico Windows XP è in pensione dal 30 giugno 2008.

Windows: controllare le periferiche USB

Prima di capire come controllare le porte USB, è importante capire cos’è una porta USB: una porta USB, il cui acronimo è Universal Serial Bus, è un punto di connessione sottile e rettangolare su un computer o un altro dispositivo, adatto per collegare un dispositivo esterno, ad esempio una tastiera, un mouse, una stampante e così via.

Una parte di questi dispositivi utilizza la tecnologia Plug in Play, che significa, inserisci il dispositivo nel computer e utilizzalo, infatti, molti dispositivi sono riconosciuti direttamente dal sistema operativo, senza che siano aggiunti altri driver per il funzionamento. Di certo ci sono altri dispositivi che hanno bisogno dell’installazione dei driver per il corretto funzionamento come ad esempio una stampante.
Avere sotto controllo le periferiche USB collegate al computer, può essere molto utile. Se si ha la possibilità di avere l’elenco completo di quelle connesse in assenza dell’utente, sarà possibile verificare se qualcuno ha usato pendrive o altro mentre un utente, proprietario del computer, era a festeggiare con amici e parenti. Un software adatto a questo è USBDeview. Installato il software, si procede nel seguente modo.

Nella schermata principale del programma si vede subito la lista di tutte le periferiche USB che sono state utilizzate sul computer con le informazioni che si riferiscono a connessione e installazione. Per avere sotto controllo più comodamente i dati riguardanti una periferica, basta selezionarla e cliccare “File/Properties”: apparirà così una finestra di riepilogo.
Attraverso il menù “File” si può, inoltre, disconnettere o disinstallare periferiche che non sono più in uso. Si può, inoltre, creare una lista testuale di tutte le periferiche usate, così da tenere sotto controllo le connessioni al sistema. Selezionare tutti i file e scegliete, dal menù “File”, l’opzione “Save selected items” per avere un file in formato .txt con tutti i dati.

Windows XP: Programmi automatici

Come Windows Vista, anche Windows XP è ricco di programmi automatici che svolgono le loro funzioni autonomamente.
Questi programmi sono gestiti direttamente dall’amministratore del sistema, proprio perché si tratta di programmi delicati, che possono intaccare la stabilità del sistema operativo, per cui i meno esperti devono utilizzare queste funzionalità con molta cautela.
È sempre meglio farsi consigliare da un utente più esperto per evitare casini.

Windows XP: disinstallare Internet Explorer 7

In quest’articolo saranno mostrate due semplici procedure per disinstallare Internet Explorer 7 dal sistema operativo Windows XP, anche se apparentemente banale, questa procedura, può essere difficile se fatta male, con il pericolo di lasciare sul computer file inutili che non possono essere più utilizzati.

Come detto prima, due sono le strade che si possono seguire:

    Primo metodo di disinstallazione:

  • Aprite il “Pannello di controllo” e cliccate su “Installazione applicazioni”;
  • Selezionate “Windows Internet Explorer 7“, quindi cliccate sul pulsante “Rimuovi”;
  • A volte, potrebbe essere necessario selezionare la casella “Mostra aggiornamenti” prima di procedere come abbiamo mostrato sopra;
  • Non resta che seguire le istruzioni a video per la rimozione e, in seguito, riavviare il computer per completare la configurazione;
  • Dopo il riavvio, nel menu del browser selezionate “?” e poi “Informazioni su Internet Explorer” per verificare se si è riusciti a ripristinare la precedente versione di Internet Explorer e quindi aver eliminato del tutto la versione 7 del browser.
    Secondo metodo di disinstallazione:

  • Innanzitutto bisogna abilitare la visione delle cartelle e file nascosti in questo modo, aprire “Risorse del computer” e scegliete “Strumenti/Opzioni cartella/Visualizzazione”; spuntare l’opzione “Visualizza cartelle e file nascosti” e togliete il flag nelle caselle “Nascondi i file protetti e di sistema” e “Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti”. Confermare con “Ok” e cliccate su “Applica a tutte le cartelle”;
    A questo punto, nella cartella Windows compare una nuova cartella “Internet Explorer 7”;
  • Da “Start/Esegui” digitare il comando %windir%\IE7\spuninst\spuninst.exe e confermare con “Ok”;
  • Premere “Avanti” per avviare la disinstallazione e aspettare che siano eliminati i file;
  • Premere “Fine” per riavviare il sistema;
  • Dopo il riavvio, verificare l’effettivo completamento della procedura e il gioco è fatto.

Pochi clic per un desktop personalizzato

Se è vero che il desktop racconta qualcosa in merito al proprietario, è molto importante conoscere tutti gli strumenti per personalizzarlo. Di seguito alcune applicazioni che vi aiuteranno a renderlo unico con l’utilizzo di wallpaper dinamici, widget e gadget simpatici e utili.

Yahoo Widget, è un ottimo componente aggiuntivo per computer Windows o Mac. Consente di aggiungere diverse applicazioni e ‘Widget‘, permette di consultare RSS, conoscere in tempo reale le condizioni meteo, e di visualizzare la propria raccolta online di foto. I widget possono essere posizionati ovunque nel desktop e la comunità on line che utilizza questi Widget è in perenne crescita. E’praticamente impossibile non trovare qualcosa che possa risultare utile o piacere. Yahoo’s widget è una fra le piattaforme più popolari e gradite.

I file Windows con estensione .exe

Per utilizzare un programma in ambiente Windows in genere è sufficiente un doppio clic sulla corrispondente icona posta sul desktop oppure su un collegamento compreso nel menu Start o ancora sul nome di un file contenuto in una qualche cartella dell’hard disk.

In realtà, quando portiamo a termine una di queste semplici operazioni, non facciamo altro che richiamare un file “eseguibile” in grado, cioè, di eseguire tutta una serie di procedure necessarie al sistema operativo per avviare il programma in questione.
Questo tipo di file è facilmente riconoscibile dagli altri perché la sua estensione è EXE.

I nuovi giochi di Windows Vista

Il nuovo sistema operativo è stato provvisto di altri giochi rispetto a quelli presenti nel vecchio sistema (Windows XP). I giochi inclusi in Windows si trovano nella cartella Giochi, la posizione centrale per i giochi memorizzati nel computer in uso.

Per aprire la cartella Giochi, fare clic sul pulsante “Start”, e scegliere “Giochi” nel riquadro di destra. Per aprire uno dei giochi nella cartella, fare doppio clic sulla relativa icona.

Gestire l'Hard Disk Interno

Tramite una serie di semplici passi è possibile gestire lo spazio di memoria e formattare una parte di memoria del vostro hard disk interno.
Prima di tutto supponiamo di aver già l’HD collegato all’interno del PC. Quindi tasto destro su risorse del computer poi cliccate su “Manage”.

Vi ritroverete quindi in Computer Management, trovate quindi “Disk Management”.

Il registro di Windows

Per non compromettere il funzionamento del sistema, i file REG vanno utilizzati con cautela. Qualsiasi applicazione o file aperto fa riferimento durante la propria esecuzione a un unico grande database in continuo aggiornamento: il registro di configurazione di Windows. È qui che sono salvate tutte le informazioni in grado di far funzionare il sistema e i programmi installati.
Per visualizzare e modificare il contenuto di questo database, in genere si fa ricorso all’Editor del Registro di sistema, un piccolo programma che possiamo richiamare dal menu Start/Esegui digitando il comando Regedit.

Windows: Win32 API

In un sistema operativo Windows, vi sono le chiamate di sistema, ma sono strutturate in maniera molto differente rispetto a quelle presenti nei sistemi Linux.

Anzitutto le chiamate di libreria e le vere e proprie chiamate di sistema sono spaiate, infatti, la Microsoft ha definito un insieme di procedure, le Win32 API, il cui acronimo è il seguente: Application Program Interface, che si suppone che i programmatori usino per ottenere i servizi dal sistema operativo.