Windows: Win32 API

di staff Commenta

In un sistema operativo Windows, vi sono le chiamate di sistema, ma sono strutturate in maniera molto differente rispetto a quelle presenti nei sistemi Linux.

Anzitutto le chiamate di libreria e le vere e proprie chiamate di sistema sono spaiate, infatti, la Microsoft ha definito un insieme di procedure, le Win32 API, il cui acronimo è il seguente: Application Program Interface, che si suppone che i programmatori usino per ottenere i servizi dal sistema operativo.

Introducendo questa separazione, è possibile modificare le chiamate di sistema senza invalidare i programmi esistenti. Il numero delle API è molto ampio, molte di queste sono eseguite nello spazio utente. Win32 API ha un ampio numero di chiamate per la gestione delle finestre, testo, caratteri, barre di scorrimento e altre caratteristiche della GUI (Graphics User Interface).

Un elenco delle principali chiamate di sistema che utilizza un sistema Windows è il seguente:
• CreateProcess: ha il compito di creare un nuovo processo;
• ExitProcess: termina un processo che era in esecuzione, liberando così lo spazio che stava occupando;
• CreateFile: questa chiamata ha il compito di creare un nuovo file in una determinata directory di lavoro;
• CreateDirectory: come la precedente, ma non si crea un file, ma una directory, dove saranno contenuti determinati file. La directory è creata vuota.

Quello sopra è un piccolissimo elenco di funzioni, serve solo a capire quali possono essere queste funzioni che il sistema operativo utilizza.
Windows non ha una gerarchia di processi, quindi non esiste il concetto di processo genitore e di processo figlio come avviene nei sistemi Unix.

Quindi, dopo che un processo è stato creato, creatore e creato sono allo stesso livello. L’interfaccia Win32 non fornisce collegamenti a file, non permette di montare file system e non e non fornisce funzionalità di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>