Cosa vi è di nuovo in Windows 7

di Redazione Commenta

Casa Redmond per il nuovo sistema operativo, Windows 7, apporterà diversi cambiamenti per ciò che riguarda l’aspetto grafico e l’interfaccia utente, cosa già avvenuta per Windows Vista.

Alcune indiscrezioni su Windows 7 riguardano una nuova Shell interattiva grazie alla quale sarà possibile, per l’amministratore, installare “Server Core” ed interagirvi direttamente da linea di comando o tramite connessione remota (attraverso Internet o una rete LAN). Già ai tempi delle indiscrezioni su Windows XP sembrò esservi questa possibilità, così come sembrò poter venir integrata in Windows Vista. Ovviamente sono state promesse mai mantenute.

Come si sarà capito ve ne sono tante di “indiscrezioni non confermate”: il cammino di Windows 7 è appena iniziato, ma, per quello che Windows da sempre rappresenta, è destinato a suscitare immediata curiosità ed interesse. Non rimane dunque che seguire con interesse e riserbo, i suoi sviluppi e installare la prima versione beta che sarà rilasciata a metà del 2009.

Questo nuovo sistema dovrebbe contenere Aero Shake, cioè una funzione che consente di minimizzare le finestre inutilizzate e aperte sullo schermo muovendo rapidamente in alto e in basso una finestra a nostra scelta, in pratica agitandola come uno shaker.

Per quanto concerne i requisiti di sistema raccomandati per Windows 7, almeno per la versione beta, sono i seguenti:

  • Processore a 1 GHz con un sistema a 32 bit o 64 bit;
  • Una memoria RAM di almeno 1 GB;
  • Lo spazio sull’hard disk deve essere di almeno 16 GB;
  • Per attivare il tema Aero il sistema deve supportare DirectX 9 con almeno 128 MB di memoria;
  • Ovviamente per l’installazione il computer deve avere un lettore DVD;
  • Deve avere un “Accesso Internet” per sfruttare al massimo le funzionalità Web Oriented.

Queste caratteristiche sono consigliate e, ovviamente, possono essere soggette a modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>