Pay Per Click : Cosa E’ E Come Utilizzarlo A Proprio Vantaggio?

di Roberta Gammella 2

Che cosa è il “Pay Per Click”

Cominciando con ordine per tutti coloro che non sono molto informati riguardo ai metodi di guadagno online, il Pay Per Click non è che un sistema di gestione pubblicitaria attraverso il quale si riesce a far acquistare visibilità al proprio sito ( o a un proprio link) a fronte del pagamento di una cifra prefissata per ogni singolo click. Traducendolo in italiano il suo significato è ovvio: “Costo-Per-Scatto” per indicare l’importo che si paga al motore di ricerca (o ad altri siti ospiti) ogni volta che un potenziale cliente clicca sul vostro annuncio e l’importo finale, viene diviso in percentuale tra l’inserzionista e l’intermediario gestore del sito. In pratica una sorta di fitto per lo spazio occupato che però, se ben utilizzato, vi frutterà non poco! Diciamo “ben utilizzato” perché comunque, in quanto mezzo di guadagno, ha le sue “istruzioni” , i suoi pro, i suoi contro e naturalmente i suoi piccoli trucchetti affinchè dia il massimo.

google adsense

Innanzitutto, due delle cose alle quali occorre dare massima attenzione è la scelta delle parole chiave da utilizzare per l’annuncio da pubblicare sul sito ospite, perché quelle influenzeranno il posizionamento del vostro link e quindi la sua visibilità, e la prefissazione del ROI (Return Of Investiment ), ovvero il budget iniziale a disposizione. (Ovviamente, a discapito della qualità, chi paga di più, spesso e volentieri sta nelle migliori posizioni.)

Siti / Servizi / Motori leader nel campo del Pay Per Click…

  • Google Adsense è uno dei più conosciuti ed utilizzati in quest’ambito, con la peculiarità di far comparire annunci pubblicitari contestuali all’argomento trattato nella pagina e che, per questo, spinto talvolta dalla curiosità o dall’estremo interesse, il visitatore tenderà a cliccare più facilmente. Per effettuare il pagamento ci si può servire di un assegno o di un bonifico bancario.
  • Google Adwords, uno dei più importanti e dotati, consente di disporre contemporaneamente di due canali ed è completamente automatizzato (rispetto ad alcuni che invece, come Overture, sono gestiti da redattori che devono leggere ed approvare l’annuncio prima che questo sia pubblicato). L’annuncio su Google Adwords comparirà immediatamente senza dispendio di tempo. Altro punto a favore è che include i calcoli relativi al tasso di conversione per cui il posizionamento del link, dell’ articolo o semplicemente dell’annuncio, non dipenderà unicamente dall’importo che intendete offrire.
  • CPX Interactive, a differenza dei primi, è un vero e proprio network pubblicitario che opera a livello mondiale. Inserendo il codice di CPX nelle tue pagine web, compariranno i banner di tantissime campagne pubblicitarie CPM, PPC e CPA, cioè pay per impression, pay per click e pay per action e il tuo sito sarà automaticamente approvato da tutti gli inserzionisti. E’ possibile effettuare il pagamento mediante Paypal, assegno o bonifico bancario a seconda dei vostri gusti.
  • Oxado.Com ti permette di guadagnare inserendo i banner cosiddetti contestuali nel tuo sito. La pubblicità verrà scelta automaticamente tendendo conto della lingua, dell’argomento trattato, dei contenuti globali della pagina tra milioni di spot. In più, oltre a guadagnare col classico Pay Per Click, grazie a Oxado.Com guadagni anche per tutti i webmaster che fai iscrivere. A renderlo meno comodo forse solo il fatto che non vi è scelta per la modalità di pagamento, infatti è possibile pagare soltanto mediante bonifico bancario.

Di tutti i tipi, per tutti i gusti, per tutte le esigenze. Non c’è dunque che l’imbarazzo della scelta. Ovviamente consigliamo di provare questo sistema a tutti gli interessati al guadagno online, che quanto meno è assicurato!

Commenti (2)

  1. Per quel che ho capito, oxado ha chiuso i battenti

  2. Ma oxado ha chiuso? Il loro sito non è più online da parecchio tempo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>