Come entrare in Google+

di Giovanni Biasi Commenta

google+, entrare in google+

È l’era dei social network. C’è il dominio di Facebook, c’è Twitter, MySpace e decine di altri… Ma cosa mancava all’appello fino ad ora? Google. Già, perché la società di Mountain View, nonostante i moltissimi servizi posseduti su internet, non si era ancora allargata al mondo del sociale in senso stretto e come lo conosciamo da un po’ di anni grazie a Facebook. C’è GMail, sì, GTalk, GDocs e cose del genere, ma niente che permetta di unire tutti questi servizi in un’unica piattaforma. Adesso le cose stanno cambiando, e il cambiamento si chiama Google+ (Google Plus). Ne avete già sentito parlare?Google + è, senza mezzi termini, il social network di Google. Avviato da qualche giorno soltanto in modalità test, rappresenta una piattaforma aperta ancora ad un numero limitato di utenti, ed accessibile solo in caso di invito e/o condivisione di un elemento. Provate un po’ ad accedere al social network; se non ci riuscite, la cosa è esattamente normale. Come abbiamo già avuto modo di accennare, al momento Google+ è limitato ad un numero di utenti relativamente basso, ma c’è comunque per tutti, potenzialmente, modo di accedere. Se conoscete qualcuno che ha già l’accesso, infatti, vi basta richiedergli un invito o chiedergli di condividere qualcosa verso il vostro indirizzo email. Così facendo vi arriverà un messaggio in cui basterà cliccare sull’elemento condiviso per avviare, di norma, la registrazione sul nuovissimo social network. Diciamo “di norma”, sì, perché si tratta comunque di un’operazione che non funziona sempre, visto che in alcuni momenti le registrazioni sono semplicemente chiuse a chiunque.

Nonostante la meccanica del nuovo Google+ non sia esattamente chiara in ogni suo aspetto, possiamo anticiparvi che si basa tutto su un sistema di cerchie. Ogni utente può gestire le proprie, aggiungendo o eliminando persone a proprio piacimento, così da controllare al meglio quali notizie e aggiornamenti vedere pubblicati in bacheca (passateci il termine, retaggio di Facebook…).

Ad ogni modo, continuate a seguirci. Sentirete presto riparlare di Google+. Senza alcuna ombra di dubbio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>