Come personalizzare la homepage di Google

di Giovanni Biasi Commenta

personalizzare homepage di google

Sì, vi parliamo ancora di Google e dei suoi servizi. Ieri vi abbiamo descritto com’è che si fa, usando il noto motore di ricerca, a ricercare una parola o una frase all’interno di un singolo dominio web, mentre oggi vogliamo parlarvi di qualcosa di diverso, qualcosa che riguarda il design, la personalizzazione dei servizi offerti dalla società di Mountain View. Come forse sapete, Google offre la possibilità di personalizzare la propria homepage, offrendo un rapido recap di tutte le piattaforme che controlla, in modo da averle tutte in una singola pagina.
Vediamo di seguito come si fa a realizzare una cosa del genere.

Prima di tutto, per personalizzare la vostra homepage, avete bisogno di un account Google. Nel caso non l’abbiate, createlo accedendo a questo link e compilando tutti i campi relativi.
Una volta che vi sarete assicurati di avere un account, accedete a questa pagina: adesso vi trovate su iGoogle. Sulla pagina, dovrebbe esservi apparsa una finestra con scritto “Crea la tua homepage personalizzata in meno di 30 secondi“. Ed è proprio questo ciò che andremo a fare.

Innanzitutto si dovranno selezionare gli interessi, spuntando le caselle le cui notizie e informazioni vorremmo, appunto, leggere nella nostra homepage personalizzata. Si passa dalle notizie generiche al meteo, dalla tecnologia all’arte, passando per lo sport e per la cucina; qualsiasi cosa, in pratica.
Adesso selezionate un tema grafico per la pagina, scegliete il Paese e la città di residenza, e cliccate su Visualizza la tua pagina.

Ecco la prima versione – da abbellire con migliorie e aggiunte, chiaramente – della vostra nuova homepage personalizzata Google.
Cliccando sul pulsante Aggiungi Gadget che trovate a sinistra, inoltre, avrete la possibilità di aggiungere diversi widget e servizi alla vostra pagina, che passano dal meteo alla radio online, fino ad arrivare al palinsesto televisivo e ad un sistema di traduzioni.
Chiaramente non si tratta di servizi sviluppati da Google – o non solo, perlomeno – ma dal singolo utente che vuole cimentarsi.

Buon divertimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>