GMail backup: come salvare le mail

di Giovanni Biasi Commenta

backup gmail

Per avere un’idea di quanto Google domini la rete, basta anche solo dare un’occhiata al servizio di email che propone. Si chiama GMail, e siamo convinti che  sia già usato da un buon 80% di voi lettori che ci seguite. Le caselle email della grande G possono farsi vanto di un’ottima capacità di storage, di accessi praticamente da ovunque (con versioni mobili davvero curate) e di un sistema di ricerca veloce ed efficiente. Che voi abbiate un PC, un Mac, uno smartphone o un tablet, quindi, potrete sempre accedere alle vostre email in modo rapido e indolore. Unico requisito, chiaramente, una connessione internet. Ma come si fa quando, per qualsiasi motivo, quest’ultima non è disponibile? Saremo destinati a non poter aver accesso alle nostre email? Non proprio: è possibile, infatti, effettuare backup periodici dei messaggi presenti su GMail. Vediamo un po’, di seguito, come si fa.

Backup locale

Innanzitutto, per tenere sempre sotto controllo le vostre email, vi consigliamo di gestire GMail con un client IMAP. Mail di Apple, per intenderci, Outlook o Thunderbird; quelli che, insomma, permettono di salvare le email di GMail su PC senza bisogno di una connessione internet sempre attiva, e senza bisogno di accedervi da browser.
Prima di tutto, assicuratevi che, nelle impostazioni di GMail, l’accesso IMAP sia impostato su Attivo; quindi, aggiungete il vostro account GMail al software, facendo ben attenzione che esso sia impostato per scaricare sempre tutti i messaggi ed il loro contenuto completo (basta smanettare un po’ sulle opzioni dei vari software).
L’unica cosa da fare, quindi, sarà ricordarsi di accedere giornalmente alla casella per scaricare tutti i messaggi presenti, così da poterli ricontrollare in qualunque momento, anche da offline.

Fate attenzione ad una cosa, però: sincronizzando il vostro account GMail con i software di posta, i messaggi, se cancellati da un lato (anche inavvertitamente) spariranno automaticamente anche dall’altro. Fate quindi ben attenzione a salvarli con cura.

Backup su cloud

Se non volete salvare le vostre mail di GMail su hard disk, potete sempre farlo via cloud, cioè su servizi online pensati ad-hoc per salvare i vostri elementi e tenerli sempre lì.
Possiamo consigliarvi Backupify, che oltre a GMail si può usare per sincronizzare il vostro profilo Facebook, i vostri tweet, le vostre foto su Flickr, i dati di Google Calendar o gli elementi su Picasa. Il servizio vi dà 2GB di spazio gratuito da usare per un massimo di 5 account differenti; la versione Pro, invece, che costa 5$ al mese, vi offre 20GB di spazio da usare per un massimo di 25 account; mentre la versione Pro500 vi dà praticamente tutto, senza limiti, per un massimo di dieci utenti, a 20$ al mese.

Un altro servizio che possiamo consigliarvi, in alternativa, è BackupMyMail, che vi richiede 20$ all’anno per 1GB di storage da usare con GMail, Yahoo! Mail o account Hotmail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>