Windows Vista: alcune novità

di Redazione Commenta

Numerose sono le novità introdotte nel nuovo sistema operativo, ecco una breve carrellata di queste nuove caratteristiche:

  • Passi avanti sono stati fatti per quanto riguarda le funzioni di controllo parentale, ossia quegli strumenti che permettono di limitare l’accesso a determinate funzioni, siti web, documenti o programmi a determinati utenti. Si può perfino definire una sorta di black list dei giochi violenti a tutela dei più piccoli, in maniera tale da farli navigare in acque sicure;
  • La finestra delle opzioni Internet, grafica a parte, è rimasta sostanzialmente invariata. Le modifiche principali sono quelle inerenti e presenti in Internet Explorer 7 (per esempio i cosiddetti Tab);
  • Vi è un nuovo sistema di crittografia e di protezione dei dati denominato BitLocker. Si tratta di una novità assoluta che dovrebbe rafforzare ulteriormente le prestazioni in termini di sicurezza del sistema operativo. BitLocker per funzionare necessita però di una configurazione specifica delle partizioni del disco;
  • Grandi passi in avanti sono stati fatti anche per quanto riguarda le funzioni di Backup e ripristino del sistema. Vista è capace di gestire vere e proprie migrazioni dei dati, comprese quelle che riguardano l’intero contenuto di un disco fisso;
  • La funzione Auto play è stata posta sotto “controllo”. Grazie a un’apposita interfaccia è possibile configurarne il funzionamento in base ai propri gusti e necessità evitando fastidiose perdite di tempo;
  • Il nuovo Media Player è davvero diverso e innovativo. Sotto l’aspetto funzionale, le novità non sono poche e riguardano soprattutto le funzioni di ripping dei CD audio, di encoding e di masterizzazione. A conferma che con Windows Vista potrebbero essere tempi duri per i software di masterizzazione a pagamento, infatti, all’occorrenza il Media Player, si trasforma in un perfetto software di masterizzazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>