Windows 7: multitouch e altro

di Redazione Commenta

Una novità che Windows 7 introdurrà rispetto agli altri sistemi operativi di casa Redmond è il supporto al multitouch che servirà per ravvicinare gli utenti delusi da Windows Vista, un sistema poco riuscito se confrontato ai successi e all’affidabilità di Windows XP; a tale proposito Microsoft è pronta a rifarsi dedicando anni di studio e di duro lavoro allo sviluppo di questa nuova creatura che all’inizio del 2010 sarà rilasciata la prima versione ufficiale e commerciale, mentre sin da metà 2009 saranno distribuite le versioni beta per tutti quegli utenti che desiderano provare e inviare informazioni utili prima della release ufficiale.


    A detta di casa Microsoft, almeno sulla carta, il nuovo sistema dovrebbe portare un insieme di novità, tra le quali si hanno:


  • Kernel derivato, cioè non vi sarà un kernel nuovo, ma sarà basato su uno già costruito e sarà quello di Windows Server 2008 amalgamato a quello di Windows Vista Service Pack 1. Questo, afferma, la stessa Microsoft, dovrebbe migliorare le performance di Windows 7, si manterranno gli stessi requisiti hardware previsti per Vista in maniera tale da rendere compatibili i driver già creati dai rispettivi produttori;
  • Multitouch, grazie a questa nuova caratteristiche il futuro sistema operativo ha fatto molto parlare. Sembra, infatti, che si potranno muovere icone, ingrandire immagini e navigare su Internet semplicemente muovendo le dita e premendo su un apposito display sensibile al tatto;
  • Un’altra caratteristica che differenzia Windows 7 rispetto ai predecessori e una nuova tecnologia che ha permesso un miglioramento nel risparmio dell’energia e la gestione contemporanea di più schede grafiche per migliorare le performance;

Infine, un’altra caratteristica che differenzia il nuovo sistema da tutti i predecessori è che grazie al nuovo programma d’installazione, sarà possibile caricare il sistema sull’hard disk in meno di 10 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>