L’antivirus di casa Redmond

di Redazione Commenta

Il suo nome è Morro, uscirà nella seconda metà del 2009 per difendere gratis il nostro computer da ogni tipo di software nocivo, la voce è stata unanime da ogni parte del mondo chiedendo una soluzione completa per quanto concerne la protezione contro le minacce che ogni giorno gli utenti devono affrontare.

L’uscita andrà a coincidere con il primo rilascio di Windows 7, ma sarà ugualmente compatibile con Windows XP e con Windows Vista.

Come detto prima, darà efficace per ogni tipo di minaccia, cioè: virus, spyware, adware, trojan, worm e così via. Morro andrà a sostituire OneCare l’antivirus a pagamento della Microsoft e inoltre è disponibile a rimborsare tutti quegli utenti che hanno acquistato OneCare, ovviamente questa mossa terrorizza tutti i produttori di antivirus a pagamento.
La mossa della Microsoft (diffondere un antivirus freeware insieme al sistema operativo) è dovuta al fatto di diffondere una buona pratica della sicurezza informatica poiché si stima che circa il 50% degli utenti non abbia installato un antivirus, si tratta di utenti poco informati o che non vogliono spendere soldi e inoltre non sanno che esistono diversi antivirus gratuiti abbastanza affidabili. Si pensa anche che tale mossa sia dovuta al completo fallimento di OneCare che secondo delle stime abbia raggiunto soltanto il 2% degli utenti.

Allo stato attuale delle cose (Windows Vista e precedenti) insieme al sistema operativo si offre soltanto un antispyware, cioè Windows Defender, infatti, è impotente contro qualsiasi tipologia di virus. Se il nuovo antivirus manterrà le promesse, farà un passo avanti verso il malware.

Morro non sarà integrato nel sistema operativo, questo lo renderà meno diffuso, ma in questo modo non avrà alcun vantaggio verso le altre aziende di antivirus visto che altrimenti sfrutterebbe la propria posizione dominante sui sistemi operativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>