Communicator Mobile : Primi Frutti dell’Alleanza Fra Nokia e Microsoft

di Lorenzo Renzulli 1

Dall’alleanza, siglata nell’agosto 2009, fra Nokia e Microsoft nasce ora Communicator Mobile, il primo di una serie di programmi Microsoft a girare sulle piattaforme del colosso svedese. Ma è entro la fine dell’anno che è previsto l’arrivo più atteso, quello di Microsoft Office per cellulari Nokia.

Attendendo questo importante debutto, le due società hanno intanto reso noto il primo frutto della loro collaborazione nel software, si chiama Communicator Mobile ed è nato per arginare il predominio di Rim, col suo Blackberry, nel mercato dei servizi su piattaforma mobile, rivolti al target aziendale.

Questo software permette agli utenti di verificare la disponibilità dei loro colleghi di lavoro e di altri contatti, e di comunicare con loro in modo facile e rapido grazie all’uso di messaggistica istantanea, e-mail, SMS o, le ormai quasi desuete, chiamate.

Il mercato degli smartphone è in costante crescita, e i principali protagonisti del settore sono in fermento, come dimostra, ad esempio, la recente acquisizione di Palm da parte di HP.

Microsoft e Nokia hanno, come detto, concentrato i loro sforzi nello sviluppo di un settore strategico in cui puntano a sfidare RIM, ma stanno anche diversificando i loro obbiettivi, dedicandosi, ad esempio, allo sviluppo di applicazioni social per un diverso segmento di mercato, quello dei più giovani.

Microsoft con questa partnership cerca di difendere la sua posizione nel mondo della comunicazione aziendale, ottenuta soprattutto grazie ad Exchange, Nokia dal canto suo, nella collaborazione con una delle aziende leader nella creazione di software, cerca di tornare ai vertici del mercato mobile, molto cambiato negli ultimi tempi con la scesa in campo di soggetti nuovi ed estremamente agguerriti.

Più che mai oggi, la parola d’ordine è quindi innovazione, specie in un settore come quello mobile, o si innova o si è fuori dal mercato e importanti collaborazioni strategiche tra colossi dotati di uno straordinario e diverso know how, possono, come in questo caso, quasi garantire una presenza di successo in quello che è forse il mercato più ricco e a maggiore concentrato di tecnologia al mondo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>