Cos’è Volunia e come si accede

di Giovanni Biasi Commenta

volunia

Cosa vi viene in mente, se vi diciamo web 2.0? Pensate ai blog? Ai social network? Alla condivisione in generale? Beh, sì, il web “duepuntozero” è tutto questo, ma forse non è ancora finito. Oggi vogliamo parlarvi di un progetto tutto italiano che sta facendo molto parlare di sé, nel bene e nel male. Si chiama Volunia, e il suo slogan è seek&meet. Andiamo a vedere più nel dettaglio di cosa si tratta. 

È da tempo che se ne parla, e il creatore, Massimo Marchiori, nei mesi scorsi non ha fatto che accendere le speranze di tutto il web. “Un nuovo rivoluzionario motore di ricerca”, si diceva in giro, “che offrirà finalmente qualcosa di diverso”. Ma cosa offre di così diverso Volunia?
Beh, è sicuramente presto per dirlo. La fase di test è infatti cominciata soltanto da pochi giorni, e per poter accedere al servizio diventando quindi power user è necessario richiedere un invito tramite il sito ufficiale (raggiungibile cliccando qui).

Ciò che Volunia propone, in breve, è una commistione di ricerca e social: in ogni pagina visitata, infatti, sarà possibile aprire una finestra di chat per scambiare opinioni con gli altri utenti che proprio in quel momento si trovano lì dentro. Le applicazioni, anche già solo per una cosa del genere, sembrano davvero tantissime, e vi basti sapere che, al momento, uno dei siti più visitati tramite Volunia è quello della Gazzetta dello Sport, per commentare le partite di calcio con gli altri premium user.

Volunia, inoltre, offre un nuovo sistema di visualizzazione delle pagine, oltre a quello standard: sarà infatti possibile visualizzare una mappa di un sito, in cui vengono schematizzate tutte le sezioni di cui si compone il dominio, in modo che si possano raggiungere più facilmente. O almeno, questo è l’intento.

Le prime impressioni, comunque, non sono positivissime: nonostante il motore di ricerca abbia ancora indicizzato solo l’1% del web (a detta del creatore), la ricerca appare ancora un po’ confusionaria, e manca ancora l’integrazione coi social network, oltre che un aspetto grafico degno di questo nome.
La curiosità, comunque, c’è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>