RAR per Android, guida all’installazione

di Michele Costanzo Commenta

rar android
Il formato RAR è uno dei più diffusi ed efficienti per la compressione dei dati. In ambiente Windows la creazione di questo tipo di file è affidata al celebre WinRAR; da qualche tempo è disponibile anche trasposizione di questo software per il sistema Android.

RAR per Android su Google Play

RAR per Android è una applicazione sviluppata direttamente da Rarlab, la stessa società che rilascia WinRAR. A differenza di altre applicazioni che permettono soltanto di aprire gli archivi, RAR permette anche di crearne di nuovi in modo da ridurre l’ingombro dei dati sul dispositivo.

RAR per Android può essere scaricata direttamente attraverso Google Play. Si tratta di una app piuttosto leggera e già completa di tutte le funzioni più utili per la gestione dei file compressi. L’installazione non pone particolari difficoltà e richiede un numero ridotto di permessi.

Prima passi con RAR per Android

Una volta avviata, l’applicazione RAR per Android si presenta con una interfaccia molto pulita e strutturata come un file manager (v. immagine). Di fatto l’app può essere utilizzata anche solo per sfogliare file e cartelle nella memoria del dispositivo e per spostare un file da una posizione all’altra.

I comandi principali per gestire gli archivi compressi sono disposti nella barra superiore dell’applicazione. Con riferimento alle lettere presenti nell’immagine che accompagna questa guida, è possibile utilizzare il tasto “Aggiungi file all’archivio” (A) per creare un nuovo archivio compresso. Con il tasto “Estrai file” (E) è invece possibile estrarre il contenuto di un archivio compresso.

RAR per Android oltre al formato RAR è in grado di gestire molti altri archivi tra cui ZIP, 7Z, TAR, GZip, e ARJ. È inoltre possibile aprire i file immagine ISO9660. L’applicazione è perfettamente tradotta in Italiano.

[Risorse | Rarlab]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>