Google Wave : La comunicazione in casa Google

di Redazione 1

Progettato dagli stessi programmatori di Maps, Google Wave è uno strumento che promette di stravolgere le tradizionali tecniche di comunicazione web e rivoluzionare le metodologie di collaborazione online.

google wave

Punta infatti a stravolgere le tecniche di lavoro online e soprattutto si propone come sostitutivo alle oramai immancabili e-mail che pare verranno totalmente dimenticate.

Grosso modo possiamo descrivere Google Wave come un ibrido che in una sola schermata raccoglie numerose funzionalità : si potrà accedere alle proprie e-mail, si avrà la possibilità di utilizzare Google Wave come istant messager e si potranno condividere con questo strumento innovativo sia video che audio.

Ma non è finita qui. Gli utenti Google Wave potranno condividere e collaborare su file di testo o immagini e come accennato la condivisione è estesa anche a video e musica, inoltre si potrà conversare in tempo reale. E’ offerta anche la possibilità di ricontrollare contenuti scambiati anche molto tempo prima, o vecchie conversazioni e aggiungere qualora lo si desiderasse dei nuovi contenuti, effettuare modifiche e quant’altro.

Chiaramente tutti i membri del gruppo con i quali si condivide il documento verranno informati in tempo reale delle modifiche effettuate.

Google Wave crede nell’open source

La cosa più interessante è probabilmente data dal fatto che Google Wave è un prodotto open source e si tratta sostanzialmente di una piattaforma estendibile. Se anche voi siete stati presi dalla Google Wave mania che nelle ultime settimane ha conquistato molti utenti della rete, sappiate che il prodotto è ancora in fase di testing e per poter utilizzarlo in anteprima sarà necessario ottenere un invito, cosa non così semplice.

Questi potranno essere trovati sulla rete, o se siete davvero fortunati offerti da qualche amico.

Video anteprima di Google Wave

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>